chi siamo

Silvia Bennett

Coreografa e Danzatrice

 

Laureata in scienze della formazione, dal 2008 vive e lavora ad Amsterdam dove collabora con artisti locali ed internazionali come Katie Duck, Kenzo Kusuda, Makiko Ito. Utilizzando e rielaborando varie tecniche di danza e teatro, sviluppa in questi anni il suo particolare approccio alla coreografia basato sull’improvvisazione e la ricerca interdisciplinare tra danza musica e luci. In questo metodo usa l’immaginazione pittorica come ispirazione e la consapevolezza anatomica del corpo come base tecnica.

Nel 2011 fonda la compagnia MonoCollective con cui crea la trilogia Falling e molte altre performance attraverso le quali sviluppa il proprio linguaggio basato sul teatro fisico. Più tardi con la creazione del pezzo On Being Ill, diretto da Emese Csornai (artista visiva) crea un metodo per tradurre un concetto visivo in movimento. Questo metodo ha ispirato Silvia e la sua collega ad avviare il progetto The Pool, che vede coinvolti 4 media, danza, musica, luci e antropologia.  

Dal 2009 Bennett crea molte performance (Mr Hat Project) per bambini (0-6 anni) basate sulla combinazione di mimo e danza. Lavora in tutta Europa partecipando a festival internazionali, collaborando con vari artisti e sviluppando la sua ricerca sull’improvvisazione.

Dal 2015 collabora con varie realtà italiane come Company Blu e IF Prana, partecipando a vari concorsi come Premio Scenario e il Premio Outlet (a cui arriva finalista con lo spettacolo Essere Abitanti) e viene invitata a dare seminari di formazione presso Magpie summer workshop (diretto da Katie Duck - Amsterdam), Tias (Isole Canarie), Austria (Spiel Festival).

Nel 2016 partecipa come danzatrice allo spettacolo Me/Moire, coreografie di Yumiko Yoshika, produzione Compagnia Simona Bucci e il sostegno della residenza SPAM! Rete per le arti contemporanee (diretta da Roberto Castello).