eventi workshop e attività

Not enough for a comedy

regia Caterina Simonelli
compagnia La Stanza

Quando andiamo a teatro accettiamo una serie di convenzioni che ci trasformano un fondale dipinto in uno sterminato paesaggio, uno sgabello di legno nel trono di un qualche re, un cambio luce nello scorrere del tempo... l’unica cosa di cui proprio non possiamo fare a meno sono i corpi degli attori, sono le azioni che essi compiono e le situazioni che creano e in cui si trovano ad agire... Abbiamo imparato questo montando il nostro spettacolo: l’immaginazione, la fantasia e la capacità di evocare è il più potente strumento per creare un racconto teatrale che ci rappresenti.

I giovani attori sono così nel vuoto totale. Prova non facile neppure per i più navigati professionisti. Sono loro che come piccoli alchimisti miscelano tutti gli elementi base dell’arte teatrale per raccontarci la loro rielaborazione della storia. È seguendo il loro gusto, il loro linguaggio, il loro stile, il loro sguardo sulle cose, lavorando con la musica che ascoltano loro, gli abiti che piacciono a loro che siamo arrivati a questo spettacolo... Non abbastanza per una commedia forse ma tutto quello che avevamo voglia di dire e condividere.