eventi workshop e attività

Silvia Bennett - Exi(s)t

Dal 5 all'11 agosto

progetto elaborato da Silvia Bennett, Michele Giunta e Caterina Simonelli

Il lavoro prende ispirazione dalla teoria delle finestre rotte di Philip Zimbardo: una teoria sociologica secondo cui, investendo le risorse umane e finanziarie nella cura dell’esistente e nel rispetto della civile convivenza, si ottengono risultati migliori rispetto all’uso di misure repressive. Immaginiamo che l’umanità abbia completamente ignorato questa teoria, per anni… In questo spettacolo la musica crea ambienti sonori suggestivi, che portano l’immaginazione del pubblico in cunicoli oscuri, dove si anima la vita di una collettività sotterranea. Attraverso la danza l’interprete vive questi spazi portando il pubblico con sé, in una realtà estrema, spiazzante e psicotica. Dalla danza nascono vari personaggi, per raccontare una storia unica e particolare.  


Silvia Bennett
Inizia a studiare danza all'età di 6 anni, approfondisce gli studi per 4 anni presso CPDC di Firenze, corso professionale in Tecnica Nikolais, Partnering, Contact improvisation, Improvvisazione e Release. Frequenta il corso intensivo di improvvisazione con Magpie (Amsterdam), per poi proseguire con un apprendistato presso la compagnia americana Shen Wei Dance (Milano/Firenze). Dal 2011 lavora in modo continuativo ad Amsterdam come coreografa. Come danzatrice viene diretta da artisti e compagnie quali Daniele Amato, Katie Duck, Makiko Ito, Kate Jewett, Giancarlo Stiscia, Arts Company, Company Blu, Shen Wei Dance, Zaches Teatro. Laureatasi nel 2007 presso l'Università di Firenze in Educatore professionale socio-culturale, conduce workshop di improvvisazione, teatro-terapia, voce e movimento scenico, e si occupa di produzioni per bambini. Nel 2014 comincia a collaborare con IF Prana come coreografa e responsabile della partitura fisica.