Friday 27 November, 2020

IF PRANA PARTECIPA ALLA SERATA DI SAN LORENZO PATRONO DI SERAVEZZA

Al via il momento clou dell'estate seravezzina con la due giorni di festeggiamenti in onore del patrono San Lorenzo. Una ricorrenza religiosa profondamente radicata nel sentimento popolare, ma anche un’occasione di svago e d’incontro, di spettacolo e di festa nel cuore del centro storico, mai come quest’anno così vivace e ricco di attrattive.

Il programma messo a punto dal Comune e dalla Pro Loco è quello ormai collaudato negli anni, con alcune novità a rendere ancor più stuzzicante la festa. Si parte nel pomeriggio di domani (9 agosto) con le tradizionali bancarelle della fiera che coloreranno piazza Carducci e le vie limitrofe. In via Fusco si concentreranno i banchi dell’artigianato a cura del gruppo Quercetarte. Il circuito della fiera conterà nel complesso un centinaio di postazioni con merci, curiosità, dolcezze e offerte gastronomiche da tutta la regione e oltre. Alle 20, alla Misericordia, apriranno gli stand della Stordellata sul Fiume mentre alle 21,15 prenderà il via la solenne processione del santo patrono. Dopo la messa, pesca di beneficienza a cura della Parrocchia e musica in piazza con Antonello Dj per arrivare poi al momento più atteso della vigilia, ovvero la suggestiva Focata alla confluenza del Serra e del Vezza, rito propiziatorio la cui origine si perde nei tempi più antichi. Mercoledì (10 agosto), giorno di San Lorenzo, fiera nel centro storico dalle 10 alle 24 arricchita da un’area sport allestita in via Campana e dedicata alla promozione di alcune discipline come calcio, volley, pugilato, ciclismo. È questa una delle novità della fiera 2016, promossa dal settore associazionismo e sport del Comune. 

"Un'idea che consente alle nostre associazioni sportive di mettersi in mostra e di far conoscere le loro attività - spiega il consigliere delegato allo sport Riccardo Biagi - Un'occasione per atleti e dirigenti di uscire dalle palestre e dai contesti abituali per incontrare il grande pubblico e lasciare una testimonianza di passione sportiva".
Tornando al programma della giornata, da non mancare alle 11 l’inaugurazione presso la sede della Pro Loco di un bassorilievo in marmo donato all’associazione e raffigurante lo stemma della Città di Seravezza. Alle 19 l’attesa tombola con ricchi premi, alle 20 replica della Stordellata sul fiume e gran finale alle 21,15 con una performance teatrale sul sagrato del Duomo a cura della Compagnia If Prana (vedi box a parte). Per favorire la visita del centro storico ed agevolare coloro che non amano spostarsi in auto sarà attivo nei due giorni un servizio navetta gratuito per collegare l’area terminal della stazione ferroviaria di Querceta con piazza Mazzini a Seravezza (fermata intermedia a Ripa). Le navette saranno attive martedì dalle 18 alle 23 e mercoledì dalle 15 alle 20. 

La performance teatrale sul sagrato del Duomo  
Una delle novità più attese del San Lorenzo 2016 è la performance di mercoledì sera sul sagrato del Duomo di Seravezza (inizio 21,15). I ragazzi che partecipano ai laboratori teatrali di IF Prana (in corso a Palazzo Mediceo) condurranno gli astanti verso la chiesa dove si esibiranno l’attrice e regista Debora Mattiello con alcuni brani tratti da Vietato oltrepassare la linea gialla, incentrato sulla strage della stazione di Bologna, e la coreografa e danzatrice Silvia Bennett che con la danzatrice Carolina Amoretti presenterà uno stralcio da Whispers, spettacolo di teatro-danza ispirato all'Otello di Shakespeare. A fare da cornice saranno le splendide proiezioni curate da Terminal Plastik Vj Show. 

"Siamo orgogliosi di ospitare una performance così poliedrica in occasione nel Santo Patrono - dichiara l’assessore alla promozione e valorizzazione del territorio Giacomo Genovesi - Il lavoro svolto da If Prana in questi giorni apre a future collaborazioni che l’amministrazione promuoverà nell’ambito del percorso già avviato del distretto culturale. È per questo che ringraziamo l’associazione If Prana e la Pro Loco di Seravezza per l’impegno profuso nell’organizzazione di queste performance". 

La riapertura straordinaria del Museo del Lavoro a Palazzo Mediceo 
In occasione della festa del Santo Patrono, il 10 agosto, la Fondazione Terre Medicee riapre in via straordinaria il Museo del Lavoro e delle tradizioni popolari della Versilia Storica a Palazzo Mediceo. Chiuso da tempo per consentire l’esecuzione di importanti lavori di consolidamento del tetto, il museo torna quindi fruibile al pubblico offrendo un ricco percorso di visita tra arte e tradizione, con la mostra di Primo Conti al piano nobile e il Museo al piano superiore. Il museo riapre quasi completamente, restando interdetta alle visite un’unica sala (qui i lavori saranno eseguiti in ottobre). Il museo del Lavoro e delle tradizioni popolari si articola in quattro sezioni (Territorio, agricoltura, attività domestiche, industria marmifera, miniere e ferriere) proponendo quasi duemila oggetti a testimonianza delle principali e tradizionali attività della Versilia Storica.